Le Reliquie di San Giovanni Paolo II in Cattedrale a Massa Marittima

di Giacomo Michelini

 Massa Marittima e Roma uniti dalla santità con la reliquia di San Giovanni Paolo II, che nei giorni della sua canonizzazione è stata donata alla Cattedrale di Massa Marittima. A suggello del forte legame esistente con la Santa Sede, Massa Marittima ha ottenuto dalla Postulazione della Causa dei Santi il privilegio di custodire nel luogo che ospita le spoglie di San Carbone Vescovo una reliquia composta da una ciocca di capelli di San Giovanni Paolo II, che la sera del 7 giugno vigilia di Pentecoste durante la Solenne Veglia è stata per la prima volta mostrata ai fedeli dal Parroco Arciprete Don Sergio Trespi.

Un onore, quello di ottenere la reliquia del Santo, che l’Ufficio della Postulazione della causa dei Santi presso il Vicariato di Roma concede solo per venerazione in ambienti significativi. Su richiesta del parroco il Vescovo S.E. Mons. Carlo Ciattini, ha vistato la richiesta indirizzata alla postulazione, che esaudendola ha riconosciuto l’eccellenza della Cattedrale di Massa Marittima quale luogo di culto, consentendo altresì ai fedeli di potervi venerare i resti mortali del Santo Papa. La consegna di questa reliquia è un piccolo segno di Dio, ancor più significativo in quanto è avvenuto all’inizio della Settimana Santa. Emerge quindi il forte legame tra la Chiesa Massetana Piombinese e la Chiesa di Roma sede del Papa, ricordandoci che fu proprio un predecessore di Giovanni Paolo II, il Papa Vigilio, a riconoscere le sante virtù eroiche di San Cerbone. Terminata la Veglia di Pentecoste dopo la celebrazione della Santa Messa Don Sergio Trespi ha impartito con il Reliquario del Papa, ai numerosi fedeli intervenuti, la solenne benedizione, successivamente è stata offerta ai presenti la possibilità di venerare personalmente la reliquia.